tisdag 17 januari 2012

Parte due

Oggi e domani passo in questo castello bellino, per la seconda parte del corso di giurisprudenza del programma per i presidi. Ora tocca al diritto del lavoro che in Svezia si basa molto sui contratti colletivi, a contrario di tanti altri paesi. Non tanto divertente forse.  ma senza dubbio importante per un preside svedese, visto che è il preside che assume tutto il personale della scuola ed è lei (o lui) che è responsabile per tutto ciò che ha da fare con il diritto del lavoro alla scuola.

"Lezioni" dalle otto alle sei, ma per me è più di tutto una vacanza... =)


4 kommentarer:

Davide sa...

Questo post è riferito ad un tuo articolo sulla grammatica, scusa se te lo posto qui ma magari non lo legge. Mi servirebbe molte se tu rispondessi, sempre se vuoi! Grazie in anticipo



Avrei due domande da farti:

1) Io sapevo che con i verbi modali inte non va mai davanti al verbo, però in una tua frase: Jag sa att jag inte vill sova inte va davanti al verbo modale vill... in una subordinata inte va davanti comunque al verbo anche se quest'ultimo è modale?


2) Perché in vorrei si aggiunge anche il verbo avere? Jag skulle vilja ha? Non basterebbe aggiungere l'ausiliare skulle all'infinito? Tipo Jag skulle vilja? perché quest'ultimo lo trovo su internet, quindi in qualche modo esiste:)

Grazie per l'eventuale risposta...

Johanna S sa...

Hej. Du har en award att hàmta hos mig.
Hàlsningar,
Johanna - Living in Sicily

destinazioneestero sa...

Quindi lì da voi è il preside che assume il personale! Interessante.
Il posto è splendido, certo per te è quasi una vacanza!
Fai questo corso perché vuoi diventare preside? O anche i vicepresidi lo devono fare!

Random Walk sa...

Anche in italia il lavoro si basa in gran parte sui contratti collettivi e quasi totalmente nel pubblico, come in quasi tutti i paesi UE. Purtroppo da noi il preside non ha quasi alcun controllo sul personale e questo penso che sia uno dei maggiori problemi della scuola italiana.

RW