torsdag 4 augusti 2011

Il capo nuovo e un annuncio importante

L'altro ieri sono arrivata al lavoro tardi perché le ore in ufficio sono ancora abbastanza flessibili visto che siamo solo in quattro che abbiamo cominciato a lavorare dopo la vacanza e che non ci siamo ancora abiutati ad alzarci presto la mattina. Poi con il sole e il caldo che c'è stato quest'ultima settimana non c'è tanta voglia stare chiusa in una scuola tutto il giorno.


Salgo la scala, sento le urla di due bambini che si divertono facendo le gare nel corridoio lunghissimo del primo piano. Dietro i bambini un uomo che non riconosco subito, ma che dopo un po' capisco che è il nuovo preside. Ci fermiamo a parlare un po', mi spiega che aveva voluto cominciare a lavorare quel giorno ma che può rimanere solo fino al pranzo perché il pomeriggio deve portare il figlio di tre anni all'asilo dove deve fare "inskolning", il che vuol dire che il padre deve rimanere lì con lui.

Ci sediamo nel suo ufficio, io, gli altri due vice presidi, lui e i due bambini. Da uno zaino tira fuori delle banane, un computer e un dvd con dei cartoni animati. I figli mangiano le banane, disegnano e guardano i film mentre noi grandi discutiamo l'organizzazione della scuola e gli scopo principali di questo primo anno di questa scuola nuova.

Parliamo di com'è importante per la scuola mostrare ai ragazzi la diversità che c'è nel mondo, ma come siamo lo stesso uguali e quanto possiamo imparare l'uno dall'altro. Parliamo di com'è importante insegnare ai ragazzi che ci sono legami tra tutti i paesi del mondo e come una cosa che succede sull'altro lato del globo ha effetti anche su noi, parliamo della sostenibilità (sociale, economica, amibientale ed istituzionale), parliamo di come incoraggiare la fantasia, la creatività, attività imprenditoriali. Parliamo di com'è importante per i capi participare alle lezioni, osservare, parlare con i ragazzi e con gli insegnanti sempre con lo scopo di migliorare le lezioni e sviluppare la competenza pedagogica degli insegnanti.

Prima di andare via ci spiega che sarà così tutta la settimana e che è meglio abituarsi perché i bambini vengono abbastanza spesso con lui al lavoro. Per lui la famiglia è la prima priorietà, poi il lavoro.

Sento che ha inseminato un piccolo semo di speranza. Forse questa volta sarà possibile lavorare secondo i principi nuovi della scuola, forse abito in un paese dove c'è parità vera tra i sessi e dove c'è veramente una voglia di lavorare per un mondo sostenibile? Rimane vedere se sono solo chiacchiere...

La sorpresa? Va bene, va bene, ve lo dico. È una cosa bellissima, ma che mi sembra così strana perché non riesco a capire il tempo come fugge. Ok, ok, lo dico adesso. Sarò nonna a dicembre! Potete immaginare!?!


11 kommentarer:

orma sa...

Nonna?!?
Ma sei giovanissima!
Bellissimo, bellissimo davvero!
Questo vi darà modo di godervi il/la nipotino/a.
E' davvero una bellissima notizia!
p.s.: per un attimo ho pensato di nuovo mamma, visto che l'età te lo consentirebbe.

Speranza sa...

Auguri per il nuovo arrivo! Che figo questo preside! Già ricominciate? Noi ancora tre settimane di vacanze.

Kata sa...

Auguri Carin! Sia per il nuovo ruolo di nonna che per il lavoro nuovo! E bentornata sul blog! :)

Fiammetta sa...

Nonna Carin! Non ci posso credere! Che bella notizia!

Carin sa...

@Orma: No, no, non sono così giovane come forse pensi! Sono più vicino alle cinquanta che alle quaranta!! Però mi sento un po' troppo giovane per diventare nonna anche se sono tanto felice delle notizia!

@Speranza: Grazie. Il personale amministrativo comincia prima degli insegnanti, ma anche loro cominciano tra poco, martedì 9. Invece gli allievi del primo anno cominciano il 18 agosto e quelli del secondo e terzo anno il 22 agosto.

@Kata: Grazie! È stato un anno impegnativo e non mi sembra che quest'anno sarà più calmo.... =)

@Fiammetta: Non ci posso credere neanche io! Mi ricordo quando è nata mia figlia come se fosse ieri ed adesso sarà mamma lei!

Morgaine le Fée sa...

Intanto, congratulazioni!

peró non fare come mia madre che le fa specie essere chiamata nonna, e vuole che la si definisca zia.

dado sa...

ho scoperto questo blog per caso...l'anno scorso ho passato 3 mesi in svezia per lavoro! Che dire, credo continuerò a seguirti..e scusa l'intrusione! :-)

Carin sa...

Morgaine: Non ti preoccupare, sarò fiera di essere nonna! =)

Dado: Benvenuto!

Anonym sa...

ciao Karin,
anche io ho scoperto il tuo blog da poco. Molto interessanti le tue esperienze personali in Svezia come quella del nuovo capo: ci permettono di riflettere su cose importanti. Io abito a Reggio Emilia in una azienda privata di software .. nei limiti, anche nella mia azienda tendiamo a sottolineare la "priorità" della vita personale
grazie e ciao
Eustachio

Anonym sa...

Solo ora trovo il tempo di leggere i tuoi ultimi 2 post.

Ecco che scopro la bellissima sorpresa.

COMPLIMENTI vivissimi !!!!

Per gli auguri chiamami superstizioso, ma devo attendere Dicembre ;-)

Sono felice per te .....

A proposito, ci avevo beccato con la cicogna .... avevo solo sbagliato nido :-)

Congratulazioni, naturalmente, anche a tua figlia che fra poco, diventando madre, conoscerà la cosa più bella del mondo: dare la vita!

A presto.

OCCHIO di LINCE

Sabrina sa...

Cara Carin,
che bellissime notizie hai scritto! Sono felicissima del fatto che diventerai nonna; tu e tua figlia siete così giovani, che vi godrete moltissimo il nuovo cucciolo in arrivo!
Sono anche molto contenta del tuo nuovo inizio nella nuova scuola. Noi questo clima di lavoro ce lo sognamo, ma sapere che altrove è possibile mi dà fiducia e speranza.
Baci!