söndag 16 maj 2010

Il corpo umano e la pedagogia

Si, si so che da voi italiani un giorno con la temperatura di venti gradi viene considerato ancora un po' freschetto. Ma io, regina delle nevi, come dice mio marito a causa della mia pelle bianca neve, dopo un giorno nel giardino vi assicuro ho preso un colore rosso chiaro. Ma pedagoga come sono ho preso l'occasione di praticare un poco i nomi delle parti del corpo umano in italiano con la principessa di cinque anni. "Allora, quali parti del corpo della mamma sono rosse?". Hmm, vediamo... il naso, le guancie, le orecchie (NON ridere!), il collo, le spalle, la schiena, le braccia...

Ma è stata una giornata bellissima! =)

6 kommentarer:

Johanna På Pickadollön sa...

Mio nome in Sicilia durante l'estate e': Mozzarella. Voila! :=)

TopGun sa...

e vabbè la prossima volta metti una protezione sulle orecchie :P

p.s. è più corretto dire "non ridete!" perché ti riferisci ad una pluralità di individui (i lettori del tuo blog).

non ridere! sarebbe stato corretto se stessi parlando direttamente con una singola persona.

Carin sa...

Johanna: Anche a me dicono sempre mozzarella. =)

Top: Grazie, apprezzo l'aiuto. Sbagliano si impara no? Ma se nessuno ti dice che hai sbagliato non impari mai. =)

TopGun sa...

si sbagliando si impara e si impara anche grazie alle correzioni.

devo dire però, che mi sento a disagio a correggerti.
sembro quel rompi scatole di puntino :P

Carin sa...

Ce l'hai col povero Puntino oggi! =)

TopGun sa...

anche ieri, e pure domani per la verità :D