lördag 24 april 2010

Sole, sudore e sport



Oggi c'e un sole splendente qui. Sfortunatamente due delle ragazze devono scrivere un'esame ed io devo controllare che non imbrogliano. Nella piscina proprio fuori la mia terrazza fanno una partita di pallanuoto. Per proteggerci (?) hanno messo una rete davanti alla terrazza, cosí non posso uscire nel giardino, ma mentre le ragazze sudano scrivendo l'esame, io sto fuori sulla terrazza godendomi il sole e guardano un po' di sport. Non tanto male anche per un sabato. =)

5 kommentarer:

Amnon sa...

Ciao, volevo farti conoscere il mio blog parlo di politica,streaming,software e grafica ecc..
Ecco il link : http://all-spiderweb.myblog.it/
Se hai tempo vieni a visitarlo, e mi farebbe piacere se lasciasi qualche commento!
Ciao!

Puntino sa...

Ciao Carin,
Top di aviatore sopra il mare mi ha segnalato il tuo blog, ti leggerò lentamente...
Forse un consiglio per il tuo italiano (fra l'altro molto buono) non ti dispiacerà:
Scrivendo l'esame, noi usiamo "sostenendo l'esame" o rispondendo alle domande dell'esame.
CIao

Carin sa...

Mi fa tanto piacere avere dei consigli! Non ho tanti contatti con l'Italia e mio marito, non si accorge lui stesso, ma ha cominciato ad esprimersi in un modo svedese, anche in italiano dopo tutti questi anni in Svezia. Perciò non mi posso del tutto fidarmi di lui =) Secondo me è anche perché la sua madrelingua non è l'italiano, ma il napoletano... =) Come ho visto nel tuo blog abbiamo lo stesso scopo con il blog - di migliorare la lingua. Sfortunatamente non penso che io possa aiutarti con l'inglese. una volta ero fluente, ma non ancora.

Puntino sa...

Figurati, Carin non sentirti in obbligo di aiutarmi :)
Tuo marito è napoletano.. come me! :) La nostra maderlingua è il Napoletano e poi lo sai che è stato parlato anche alla commisione europea da un pazzo parlamentare europeo :) E' una lingua internazionale. Dove abitate?
Ciao

Carin sa...

Si. l'ho sentito! =) Anch'io, i primi mesi in Italia "parlavo" il napoletano, ma senza capirlo perché non sapevo quasi una parola in italiano e abitavo a casa dei miei suoceri che parlavano solo napoletano. Usavo per esempio parole come seggia invece di sedia. Adesso abitiamo in un posto vicino a Stoccolma.